Tempo libero

Appunti di viaggio: La leggendaria Highway americana: la Route 66

Vi sono strade che restano nella memoria e senz'altro la Route 66 è una di quelle; una strada che ha ispirato moltissime canzoni e celebrata da numerosi film del cinema americano. Questa Highway percorre gli Stati Uniti da est ad ovest, da Chicago fino a giungere a Los Angeles e vi sono diversi modi per poterla percorrere: in moto, in auto, oppure a bordo di un autobus Greyhound, storico mezzo on the road. E' una strada simbolo degli Stati Uniti, lunga 3755 km che percorre ben 8 stati: Kansas, Missouri, Illinois, Oklahoma, Texas, Arizona, Nuovo Messico e California ed attraversa vari paesaggi che vanno dalle Grandi Praterie fino a giungere alle coste della C alifornia. Siccome per tutti gli americani secondo la storia il viaggio parte da est verso ovest, la Route 66 parte dalla città di Chicago, in Illinois, situata sulle sponde del lago Michigan.
Da Chicago ci si sposta poi verso la città di Springfield passando per Bloomington, dove si trova la Memory Lane della Route 66 per giungere poi a Wilmington, dove si respira l'America del passato. Giunti a Springfield, la tappa successiva è St.Louis, sulle sponde del fiume Mississippi: da qui cominciano le Grandi Pianure. La prossima tappa è Springfield, stavolta nel Missouri; per raggiungerla bisogna percorrere all'incirca 350 km in mezzo alla vasta e desolata pianura. Poi, l'Oklahoma: lo stato con il tratto p iù lungo della Mother Road. Qui visitare Tulsa è d'obbligo, se non altro perchè era il centro culturale degli indiani Cherokee, dopodichè non resta che recarsi naturalmente ad Oklahoma City, la città dei cowboys. Poi, il Texas, altra tappa di questo viaggio lungo la famosa Route 66: una sosta ad Amarillo, città più famosa del Texas, e poi via, verso il New Mexico. Con l’Arizona ci si accinge a compiere le poche miglia necessarie per giungere in California, la destinazione finale. Qui la costa del Golden State con le distese di sabbia californiane e le spiagge di Santa Monica chiuderanno il vostro percorso durato ben 3775 km!
I visti di viaggio per gli Stati Uniti
Per chi desidera recarsi negli Stati Uniti e percorrere la mitica Route 66 non è previsto alcun visto usa, in quanto questo è necessario soltanto per gli italiani ed i cittadini stranieri intenzionati a fermarsi negli Stati Uniti per oltre 90 giorni. Per coloro che scelgono di soggiornare nel paese con una permanenza minore o pari ai 90 giorni è previsto il Visa Waiver Program attraverso la richiesta dell'Esta, ossia l'Electronic System for Travel Authorization. Questo è un modulo che va compilato online almeno 72 ore prima di partire e che richiede in pratica l'approvazione d'ingresso nel paese. Nel caso in cui invece il soggiorno superi i 90 giorni bisogna necessariamente richiedere il visto B2 e la richiesta di quest'ultimo va fatta un paio di mesi prima della partenza al C onsolato oppure all'Ambasciata degli Stati Uniti. Vi sono svariate tipologie di visto usa, le più comuni sono: il Visto d'affari B1, necessario se ci si reca nel paese per affari per una durata di sei mesi al massimo; il Visto turistico B2, del quale abbiamo appena parlato, il Visto di transito C, che serve per transitare nel paese se si viaggia fra due paesi e si deve passare attraverso gli Stati Uniti; il Visto per studenti, se si è studenti e si ha intenzione di studiare nel paese. Vi sono poi il Visto per i membri di equipaggio, adoperato da coloro che lavorano su mezzi di trasporto quali navi ed aerei; i Visti per lavoro temporanei, i Visti per commercio ed investimento (rivolti solo a viaggiatori di paesi con i quali gli States hanno relazioni di tipo commerciale), infine quelli per coloro che lavorano nell'informazione mediatica e nell'ambito religioso (solo però quelli appartenenti ad organizzazioni riconosciute).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *