Senza categoria

Come scegliere un asilo nido a Torino

Ci sono diversi fattori da considerare quando si sceglie un buon giardino di infanzia : infrastrutture, personale, attrezzature, progetti educativi, materiale didattico e soprattutto la sicurezza del luogo, per garantire il benessere dei bambini. La scelta di un asilo nido a Torino è una delle decisioni più importanti per i genitori, in quanto l’ asilo o giardino di infanzia sarà il luogo in cui il vostro bambino trascorrerà molto tempo.

Scegliere l’ asilo ideale

Valutare l’ infrastruttura

Dovrebbe avere una buona illuminazione, servizi igienici adeguati, riscaldamento, un buon sistema di ventilazione, così come parchi giochi e aree sicure per i bambini. Le camere e gli altri spazi educativi dovrebbero essere accoglienti e ben decorati.

Valutare attrezzature e materiale didattico

Devono essere all’ altezza della sfida delle scuole materne, ma anche sicure e sicure e svolgere il loro ruolo nel migliorare l’ apprendimento in tutti i settori dell’ istruzione.

Valuta il personale

Ci deve essere un preside, educatori, tecnici, operatori alimentari e qualche aiutante.

Valutare il progetto educativo

Dovrebbe contemplare la missione dell’ istituzione, i suoi obiettivi e traguardi, le sue norme e la sua organizzazione, il sistema di valutazione per i bambini e la partecipazione della famiglia, poiché in questo modo il bambino si svilupperà correttamente.

Assicurati di visitare lo stabilimento e verificare da solo che queste condizioni sono soddisfatte, è anche possibile chiedere i documenti che accreditano le qualifiche e gli studi che il personale ha.
Il giardino: la vostra seconda casa

A seconda dell’ età dei bambini (da 84 giorni a 5 anni), l’ istruzione nelle scuole materne è suddivisa nei seguenti gruppi:

Camera culla:

bambino – da 84 giorni a 1 anno.
vecchio – da 1 a 2 anni
Leggi anche: Vacanze invernali per bambini

Medio:

bambini – da 2 a 3 anni.
anziano – da 3 a 4 anni.

Transizione:

Primo livello  – da 4 a 5 anni.
Secondo livello  – da 5 a 6 anni.

I genitori devono saper gestire la sensazione di distacco

Naturalmente, in un primo momento sarà difficile lasciare il tuo bambino in altre mani, ma molte mamme hanno scoperto che, anche se vanno via con un grumo nella gola, quando tornano a casa trovano i loro piccoli felici e divertenti.
Dopo un po’, i bambini vogliono andare all’ asilo perché i loro amici sono lì, sviluppano anche abilità sociali e un apprendimento che non sarebbe possibile a casa.
Non si può passare alla piccola insicurezza.

I genitori devono contribuire all’ apprendimento del bambino

È necessario contribuire all’ apprendimento del bambino collaborando con la scuola materna in modo da poter partecipare all’ asilo e assicurarsi che soddisfi tutti i requisiti essenziali. Tenete a mente che il giardino non è un sostituto del vostro ruolo nello sviluppo di vostro figlio e che non si tratta di soppiantare i genitori, ma piuttosto di completare il lavoro che fate a casa, stimolando adeguatamente il bambino in modo che la sua accoglienza sia migliore e si sviluppi negli aspetti motori, cognitivi, emotivi e relazionali.

L’ ambiente in cui il vostro bambino si sviluppa è fondamentale per sviluppare personalità, autonomia e abilità sociali.